Bari, i punti di forza della promozione in serie C

di Stefano Scarpetti
Vedi letture
Tifosi Bari foto di archivio
Tifosi Bari foto di archivio

Proprio una settimana fa il Bari ha centrato l'aritmetica promozione in serie C, il successo firmato da Simeri a Troina ha certificato il ritorno nei professionisti dopo 9 mesi mesi di purgatorio, vissuto in serie D a seguito del fallimento della società, avvenuto quest'estate. Ovviamente la stagione non è terminata, ci sono ancora due partite da onorare e una poule scudetto da disputare con l'obiettivo di centrare il double che darebbe maggior lustro all'annata. Tempo di bilanci di un torneo che ha visto i pugliesi guidare il girone I della quarta serie in lungo e largo, intervallato solo da qualche battuta d'arresto che però non ha messo in bilico il primato dei biancorossi. Tra i punti di forza c'è da sottolineare la bontà di un organico di categoria superiore, che si poggiava sull'esperienza e il carismi di giocatori come Di Cesare, Brienza, Cacioli, Mattera, Bolzoni e il già citato Simeri. A questo bisogna naturalmente aggiungere la solidità e l'ambizione della proprietà unita alla concretezza e la capacità di motivare e tenere unito il gruppo del tecnico Giovanni Cornacchini, alla sua seconda promozione dalla D dopo quella alla guida dell'Ancona.

Da vedere quale sarà il progetto della prossima stagione del club, anche se tutto lascia pensare che il Bari punti al doppio salto per fare csosì ritorno in serie B, le basi della prossima stagione verranno gettate nelle prossime settimane, il primo passo- tutt'altro che scontato- sarà la conferma del tecnico Giovanni Cornacchini: il tecnico di Fano non è entrato nel cuore della gente e anche la stessa proprietà non sembra essere convinta di continuare il rapporto lavorativo con lui, fra i nomi per l'eventuale sostituito si parla con una certa insistenza di Piero Braglia. E' presto per parlare di calciomercato, ma cominciano a circolare i primi nomi: si vocifera infatti di un asse piuttosto caldo con l'Hellas Verona per arrivare a Di Carmine, Di Gaudio e Vitale, elementi in grado di fare la differenza in terza serie.


Altre notizie