INTERVISTA TC Tavano: "A Carrara ho trovato la mia dimensione"

di Stefano Scarpetti
articolo letto 666 volte
Tavano, foto d'archivio
Tavano, foto d'archivio

Con una tripletta ha trascinato la sua Carrarese al successo in trasferta sul campo dell'Arzachena, issandosi in testa alla classifica dei cannonieri palesando la sua voglia di rincorrere un pallone e soprattutto spedirlo nelle reti avversarie. Parliamo di Francesco Tavano, che all'ombra delle apuane sta vivendo una seconda giovinezza dopo le esperienze sfortunate con le maglie di Avellino e Prato. Ai microfoni di TuttoC.com l'attaccante campano classe '79 parla della sua straordinaria stagione con il club marmifero.

Vittoria in trasferta e leadership nella classifica cannonieri momentanea, di meglio non si poteva chiedere?
"Sono contento principalmente per il successo della squadra, le miei reti sono frutto del lavoro fatto dai miei compagni che mi hanno consentito di fare gol che ci hanno permesso di portare a casa un successo importante. Poi naturalmente sono contento per aver siglato una tripletta, non accade spesso e sono soddisfatto".

Diamo uno sguardo alla classifica dei cannonieri, dove lei è in testa: qual è secondo l'attaccante con maggiori potenzialità?
"Senza ombra di dubbio Ragatzu dell'Olbia, ha numeri interessanti e qualità non comuni per la categoria. A mio avviso è un attaccante completo".

Lei a 39 anni continua a segnare con regolarità, in questa stagione 17 gol in 24 partite esiste un segreto?
"Non c'è nulla di particolare, qui a Carrara ho trovato l'ambiente giusto per esprimermi. C'è un tecnico come Silvio Baldini che conoscevo avendolo avuto a Empoli e anche alcuni compagni come Coralli con cui avevo giocato sempre nel club toscano, sono motivato e ho ancora stimoli. Sono in scadenza e la mia intenzione è di continuare vediamo se a fine stagione qualcuno ancora mi vuole...".

Questa Carrarese invece dove può arrivare?
"Secondo me è una squadra costruita in maniera eccellente, in questa rosa esiste un mix di elementi giovani e di altri di esperienza. Stiamo facendo bene ed esprimiamo anche un bel calcio, il nostro obbiettivo è quello di continuare così e mirare ai playoff".

Sabato arriva la Lucchese, come arrivate a questo derby?
"E' una partita molto sentita dai nostri tifosi, nella gara di andata arrivò una sconfitta beffarda e cercheremo quindi di riscattarci e proseguire il nostro cammino. Abbiamo la possibilità di giocare allo "stadio dei marmi" e il calore e la spinta della nostra gente può essere per noi un'arma in più".


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy