Cavese, Favasuli: "Proviamo a ripartire subito da Viterbo"

di Angelo Albano
Vedi letture
Foto

Il centrocampista Francesco Favasuli, classe '83 si è presentato in sala stampa al Lamberti post match. Anche il suo volto è un pò rabbuiato, come quello di Mister Modica, dopo la terza sconfitta consecutiva. Proprio dal suo piede sinistro, poteva nascere un gol nel secondo tempo, più precisamente all' 80esimo che avrebbe portato la partita su binari diversi. Confente, portiere reggino, gli ha negato questa gioia. Al 90' poi, la doccia fredda col gol di Martiniello, lesto ad approfittare di una dormita collettiva della Cavese, dopo una partita ad onor del vero, molto attenta in retroguardia. Tuttavia, in sala stampa, anche giustamente se vogliamo, c'è chi gli fa notare che infondo non è un annata da buttare via. La salvezza era l' obbiettivo primario. Ed è stata raggiunta. "La vivo male calcisticamente questa situazione, perchè sono tra i più grandi e devo trasmettere valori positivi ai più giovani, ma dal punto di vista umano, non rimprovero nulla, nè a me, nè ai miei compagni. Certo che sì, avevamo detto che avremmo firmato a sangue per una salvezza raggiunta a 5 giornate dal termine. A parte Potenza, dove abbiamo davvero preso una brutta sconfitta (4-0, ndr), non possiamo rimproverarci nulla e colgo l' occasione per ringraziare i ragazzi della Curva che ci hanno sempre incitati con intelligenza. Cava è una grande piazza".
Conclude, poi,  accollandosi tutte le responsabilità: "Mi faccio carico io della responsabilità di queste tre sconfitte. Così i ragazzi si sentono più liberi e possiamo pensare a Viterbo già da domani mattina. Proprio ora che i playoff sembrano svaniti, ci sono ancora 4 partite quindi guardiamo avanti, solo lavorando possiamo migliorare i nostri risultati". 

Vedremo dunque già da mercoledì se i "Blufoncè" riusciranno a ritrovare slancio e motivazioni, in una fase della stagione che dalle parti di Cava de' Tirreni sembra chiusa con una più che dignitosa salvezza.