SEZIONI NOTIZIE TMW RADIO

Top & Flop di Fano-Imolese

di Simone Cataldo
Vedi letture
Foto
© foto di Sinisa Erakovic/Foto Olimpia

Termina 1-2 in favore degli ospiti la gara del “Raffaele Mancini” tra Fano e Imolese. Rimonta degli emiliani con Polidori e Stanco, che neutralizzano lo splendido vantaggio messo a segno da Cargnelutti nelle battute iniziali del match.

Gara che fin da subito si rivela ricca di emozioni con l’Imolese che parte bene e trova il gol con Provenzano, salvo poi vedersi annullare il vantaggio causa posizione di fuorigioco. La reazione del Fano non si fa attendere, e in maniera molto casuale arriva il gol del vantaggio dei padroni di casa, con Cargnelutti che dalla fascia destra della propria metà campo vede Siano fuori dai pali e lo sorprende con una conclusione a scendere di rara fattura. Due minuti più tardi Morachioli non ci sta e cocnlude dal limite dell’area ad incrociare colpendo il palo. La partita si intensifica e le occasioni da ambe le parti non mancano, ma gran parte di esse non risultano degne di nota. Una di esse capita nuovamente sui piedi dell’autore del momentaneo vantaggio del Fano, che dai 25 metri tira ad icrociare, chiamando l’attenzione del portiere avversario che si rifugia in angolo. Al minuto 35’ l’Imolese si salva, in particolar modo è nuovamente Siano a metterci una toppa su un calcio di punizione di Carpani che era indirizzato sotto la traversa. Ma, sul ribaltamento di fronte, è il portiere avversario a compiere un altro miracolo, il quale da posizione ravvicinatissima ipnotizza Morachioli, il quale era andato a botta sicura. Il primo tempo si conclude senza grandi acuti, bensì con le due prime ammonizioni, una per parte.

Alla ripresa l’Imolese lancia in campo Tonetto, il quale si rivelerà uno dei maggiori interpreti del match. Ma, la prima occasione è del Fano, con Carpani che riceve in area e scavalca siano con un pallonetto. A pochissimi centimetri dalla linea di porta ci arriva però Pilati, che allontana poi il pericolo. La svolta del match arriva dieci minuti più tardi, con Zigrossi che in area tocca il pallone con un braccio e concede un rigore all’Imolese. Non solo, perché il difensore essendo stato già ammonito, viene espulso e lascia i suoi in 10 per il resto della gara. La massima punizione viene trasformata da Polidori, che pareggia i conti. Da qui in poi, ci saranno diversi cambi e diverse occasioni per l’Imolese, che data la superiorità numerica prende sempre più campo. Il vero acuto giunge al minuto 78’, quando dopo diversi tentativi precedenti, Tonetto crossa sul palo lontano, trovando Polidori che fa da torre per Stanco, con quest’ultimo che da posizione ravvicinata insacca in rete. Da qui in poi continuerà a spingere l’Imolese, in particolar modo con Polidori, che non contento di un assist e un gol siglato, giunge davanti al portiere e conclude a botta sicura a giro sul secondo palo. Il fantasista dell’Imolese deve però fare i conti con Meli, estremo difensore avversario, che ancora una volta con la mano si rifugia in angolo. La partita minuto dopo minuto andrà a verso il termine, con tante ammonizioni tra le file dell’Imolese dovute a falli tattici, e diversi tentativi offensivi del Fano che non si concretizzeranno mai.

TOP

PUBBLICITÀ

Meli (Fano): il giovanissimo estremo difensore dei padroni di casa è protagonista in entrambe le frazioni di gioco, con un miracolo nel primo tempo e ben due nel secondo. Il Fano ha certamente reso meno causa l’inferiorità numerica, ma deve ringraziare il suo portiere per non aver visto l’Imolese prendere il largo con altri gol. MIRACOLOSO

Polidori (Imolese): nel corso del primo tempo è molto spento e non ha la giusta vena realizzativa. Nella ripresa diventa il protagonista assoluto della rimonta e regala i tre punti ai suoi, con la conquista del rigore e la realizzazione dello stesso, e l’assist per Stanco, con quest’ultimo che completa la rimonta. DECISIVO

FLOP

Zigrossi (Fano): forse l’espulsione è sfortunata, dato il tocco di braccio poco voluto con il pallone che gli rimbalza sopra, ma è ingenua l’ammonizione rimediata in conclusione di primo tempo. Essa, sommata a quella del penalty, proietta i suoi verso la sconfitta data l’inferiorità numerica. INGENUO

Ingrosso (Imolese): soprattutto nel primo tempo causa molta confusione ed è lui a regalare tanti palloni agli avversari. Il Fano approfitta dei suoi errori in disimpegno e lui ha bisogno dei suoi per metterci una pezza. Secondo tempo sufficiente, ma il primo tempo gli costa la dura insufficienza. DISATTENTO

RIVIVI LE EMOZIONI DEL MATCH
Altre notizie
Lunedì 26 ottobre 2020
08:30 Rassegna stampa Gazzetta dello Sport - Palermo, altri 4 positivi. Martedì giorno cruciale 08:15 Rassegna stampa Tuttosport - Nicastro, due gol e il Padova vola in vetta 08:00 Rassegna stampa Rassegna stampa Le prime pagine dei quotidiani sportivi 00:00 Il Punto Tutto gratis su Eleven? La toppa è peggio del buco. Calcio e priorità, DPCM e stadi chiusi: ora servono soldi
Domenica 25 ottobre 2020
23:50 Girone C Ternana, Lucarelli: "Avevo chiesto 9 punti in 7 giorni: ora devo pagare cena"
PUBBLICITÀ
23:40 Girone B Padova, Mandorlini: "Partita tosta, non guardo classifica ma prestazione" 23:35 Girone A Lecco, D'Agostino: “Dobbiamo lavorare per ritrovare lo spirito guerriero” 23:30 Girone C Juve Stabia, Padalino: "Abbiamo pagato il gol della domenica" 23:25 Girone B Sudtirol, Vecchi: “Abbiamo regalato troppo al Padova” 23:20 Girone B Perugia, Caserta: "Tre punti preziosi, sono contento per la squadra" 23:10 Girone A Piacenza, Lunardon: “Oggi bravi dall'inizio alla fine” 23:05 Girone A Top & Flop di Novara-Carrarese 23:00 Girone A Como, Banchini: "Dobbiamo risolvere problema cross, subiamo spesso gol" 22:55 Girone B Top & Flop di Gubbio-Legnago 22:55 Girone C Top & Flop di Vibonese-Viterbese 22:50 Girone B Feralpisalò, Pavanel: "Contento per i ragazzi, dobbiamo solo aver fiducia" 22:45 Girone C Top & Flop di Turris-Paganese 22:40 Girone C Casertana, Guidi: "Errori arbitrali, non c'è stato rispetto" 22:35 Girone A Top & Flop di Alessandria-Pontedera 22:30 Altre news Serie C, i finali delle gare delle 20:30: sorridono Alessandria e Paganese