Pres. Mestre: "La mia squadra incarna l'animo mestrino"

di Valeria Debbia
articolo letto 160 volte
Foto

Una serie positiva che dura da quattro turni che ha lanciato il Mestre al sesto posto in classifica da matricola. È il presidente Stefano Serena - ai colleghi di GianlucaDiMarzio.com - a ripercorrere i momenti che lo hanno convinto a gettarsi in questa avventura e le soddisfazioni che si sta togliendo: "Quando alla domenica vedevo le classifiche dei vari campionati regionali veneti e leggevo Prima Categoria, Mestre...soffrivo! Soffrivo troppo! Così, malgrado non abbia mai giocato a calcio, mi sono detto… ‘vai Stefano, carpe diem!’. E’ stato un percorso lungo, faticoso…ma dannatamente emozionante! Abbiamo costruito tutto da zero. Non mi sono mai rivolto a nessuno, nemmeno agli sponsor. Pensavo: prima dobbiamo costruire la nostra credibilità e solo successivamente potrò pensare di andar a chiedere fiducia in giro. Sono un tifoso, amante, appassionato del calcio…ma soprattutto sono totalmente permeato dal mio animo mestrino. E debbo dire che questa squadra incarna alla perfezione l’animo mestrino. Ne è la riprova l’incredibile rimonta contro il Pordenone di domenica (da 2-3 a 4-3)".

Inevitabile anche un pensiero per il tecnico: "Con mister Mauro Zironelli c’è un feeling eccezionale. E’ un maestro di calcio e vedrete che farà carriera. Ma, prima di tutto, è un grande uomo”. 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy