Pordenone, Tesser: "Ora serve solo un passo avanti, quello definitivo"

di Claudia Marrone
Vedi letture
Foto

Conferenza pre gara in casa Pordenone, con mister Attilio Tesser che, prima della partenza per Gubbio, attraverso i canali ufficiali del club friulano ha parlato del confronto che si giocherà domani al "Barbetti" e che potrebbe valere la Serie B:

"Sono felice di avere la possibilità di giocarmi una partita e un obiettivo così importanti, ma sarò ancora più felice se domani riusciremo a regalare questa impresa ai nostri tifosi. Io però ho il dovere di non pensare a questo, ma solo alla mia squadra e alla partita difficile che dovremo affrontare. Non abbiamo ancora vinto nulla, abbiamo fatto solo un altro passo in avanti: ora serve l’ultimo, quello definitivo, ma incontreremo una squadra forte, in grado di mettere alle corde Vicenza, Triestina e Monza. Non sarà affatto una passeggiata, e la squadra lo sa, ma siamo concentrati e vogliamo fare molto bene. Siamo partiti con un giorno d’anticipo non a caso, è una trasferta programmata da 2 mesi, anche perché vogliamo arrivare a questa gara al meglio, evitando il traffico pasquale e preparando nel migliore dei modi la gara”.

Andando poi sulla rosa: "Abbiamo fatto una buona settimana lavorativa, pur corta. Abbiamo un paio di allenamenti in meno nelle gambe, ma la squadra è concentrata e serena, e spero che questa serenità si veda in campo. L’unico indisponibile è Berrettoni, ancora squalificato, ma rientrerà Bombagi e anche Gavazzi sta molto meglio. Mi piace avere tante scelte difficili da fare, vuol dire che stanno tutti bene e che ci sono più soluzioni anche a partita in corso”.

E conclude: "La vittoria con il Teramo? Un risultato importante, i primi 35 minuti sono stati una bella prova di forza. È un risultato però che non deve darci alcuna presunzione. Contro il Gubbio dobbiamo rimanere umili, la squadra lo sa e non gli ho detto nulla di diverso dal solito. Andremo in Umbria per vincere, come al solito”.


Altre notizie