Pordenone, Bindi: "Nel nostro processo gara di domenica è importante"

di Claudia Marrone
articolo letto 361 volte
Foto

Un Pordenone prossimo alla grande sfida contro il L.R. Vicenza Virtus che, seppur ancora a inizio campionato, profuma già di scontro promozione. Il Messaggero Veneto, di questo, ne ha parlato con il portiere dei ramarri, Giacomo Bindi:

"Si respira un’aria speciale in questi giorni. C’è la volontà di confrontarsi con un avversario di grande spessore, per capire meglio chi siamo e a cosa possiamo ambire. In questo momento siamo alla ricerca dei punti fermi, su cui poi faremo leva su tutto l’anno. Ci sono tanti aspetti su cui si lavora per costruire un successo. Di certo posso dire che qui c’è la voglia di crescere e di puntare in alto. Il presidente è ambizioso e ascolta i suoi giocatori. Nel nostro processo la partita di domenica è una tappa importante".

Alla quale i neroverdi arrivano da capolista: "La squadra ha grandi margini di miglioramento. L’aspetto positivo è che buona parte del gruppo si conosce già e si vede. Noi nuovi abbiamo l’obbligo di entrare il prima possibile al meglio nei meccanismi della squadra: dal mio punto di vista ho lavorato sin dal primo giorno per creare un ottimo feeling col reparto difensivo".

Reparto che vede Bindi tra i punti fermi: "Mi sento apprezzato e stimato: sono aspetti importanti. A Padova, città e club che ho lasciato lo scorso agosto, non mi sentivo più tale. Qui ho trovato una società che credeva in me. E io ho voluto cogliere questa opportunità, anche perché sento la voglia di vincere, un aspetto fondamentale".


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy