Monza, Brocchi: "Rigorista? Non lo deve scegliere l'allenatore"

di Valeria Debbia
Vedi letture
Foto

Dopo il rigore parato da Nardi a D'Errico nel playoff disputato ieri al 'Brianteo', si è discusso ampiamente della questione rigorista in casa Monza. Il capitano non è infatti nuovo ad errori dal dischetto: in questa stagione era già successo a Pordenone e il penalty avrebbe potuto permettere il blitz biancorosso in casa dell'allora capolista. "Nella mia esperienza anche da calciatore, il rigorista non lo deve scegliere l'allenatore - ha gettato acqua sul fuoco in sala stampa mister Cristian Brocchi. - L'allenatore può dare dei nomi, dire chi sono i migliori, ma in quel momento lì deve sentirsela il giocatore. Alternative? Anche Marchi è rigorista, mentre Reginaldo lo è meno. Ma se D'Errico se la sente, lo calcia. Con la Viterbese è andata bene, oggi (ieri, ndr) ha sbagliato. Se un'altra volta non dovesse sentirsela, passerebbe il pallone a Marchi, Brighenti, anche Lepore. Se dovesse capitare ansia in futuro, non dovrei comunque essere io a dirgli di non tirare più rigori. E' talmente intelligente Ciccio che non avrebbe problemi, da capitano, a dare il pallone a qualcun altro".
 


Altre notizie