Piacenza, Matteassi: "Peccato per il pari, ma siamo comunque davanti"

di Lorenzo Carini
Vedi letture
Foto

Luca Matteassi, direttore sportivo del Piacenza, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di Zona Calcio, trasmissione sportiva in onda su TeleLibertà: "Non sono preoccupato per la situazione della squadra, ma dispiace perché volevamo vincere contro l'Albissola. Veniamo da un momento complicato sotto il punto di vista della realizzazione, ci siamo accorti di non essere più gli stessi di un tempo e stiamo cercando di risolvere i problemi. Rispetto al girone d'andata c'è stata sicuramente un'involuzione, facciamo fatica a creare occasioni pericolose e a tirare in porta. Con Novara e Pisa abbiamo strappato due pareggi su campi difficili, l'unica pecca è la gara conto l'Albissola che avremmo dovuto portare a casa".

La compagine allenata da Arnaldo Franzini è stata ricoperta dai fischi al momento del triplice fischio finale: "A fine partita è giusto che ognuno esprima ciò che pensa. Gli ultrà hanno cantato per 80 minuti, ci hanno sostenuto fino a tirarsi indietro negli ultimi istanti. Non posso sentire persone lamentarsi dopo appena quindici minuti, chiedo a tutti di stare calmi perché siamo secondi in classifica: precediamo squadre costruite per salire in Serie B", ha commentato Matteassi.

"Non ho mai detto che avremmo vinto il campionato, ma ho sempre sperato di poter rimanere agganciati alla vetta. Sapevo che saremmo andati incontro a difficoltà importanti nel Girone A, sicuramente il più complicato della Serie C. Sono contento per quello che stanno facendo i ragazzi, anche se è evidente che non sono brillanti come in passato. All'andata forse siamo andati oltre il nostro potenziale, ottenendo risultati straordinari. Alcuni giocatori stanno facendo fatica, ci sono cose che non vengono più come prima ma i momenti bui ci sono per tutti", ha concluso.


Altre notizie