SEZIONI NOTIZIE

Cuneo, adesso è davvero Serie D. Da dove ripartire?

di Claudia Marrone
Vedi letture
Foto

E alla fine fu Serie D: perché al Cuneo non è bastato il penultimo posto per salvarsi, la Lucchese ha probabilmente avuto più fame e, dopo il secco 2-0 del "Porta Elisa" di una settimana fa, si è riproposta al "Fratelli Paschiero" battendo i piemontesi 0-1. Certo, questo non vuol dire salvezza, ci sarà poi da affrontare il playout incrociato col Girone C (con il Bisceglie, per la cronaca), ma ci sono più speranza. O meglio, le speranze sono ancora vive, mentre il Cuneo non ne ha ormai più.
Dopo due anni di Serie C - con la salvezza mantenuta lo scorso anno mediante playout - è addio al professionismo.

Un pessimo finale che ha però rispettato il trend societario, con la formazione guidata da Scazzola che avrebbe tranquillamente potuto disputare i playoff, considerando i 47 punti virtuali che sono però divenuti 24 in virtù della pesante penalizzazione di 23 punti, dovuta alle reiterate inadempienze di una proprietà che è stata poco presente. Svariate recidive, in parte sanate in extremis probabilmente dal ritorno del vecchio presidente Rosso, che non ha però potuto evitare lo scempio cui si è dovuti assistere. Perché alla fine, fa strano che un club con 47 punti sia retrocesso in D: 47 punti non si conquistano per caso, a livello tecnico gli errori erano stati minimi. Ennesima squadra che paga colpe non sue, con un futuro ancora troppo ballerino che necessariamente farà guardare altrove molti degli elementi che quest'anno hanno lottato per evitare che accadesse quello che si è visto ieri.

PUBBLICITÀ


Cosa sarà del domani, adesso, non è dato saperlo, ma se effettivamente patron Rosso ha ripreso il timone della nave, piccoli barlumi di speranza ci possono anche essere. Anche se occorrerà ricostruire praticamente tutto, quasi da capo. Ed è un peccato, perché con un poco di criterio (o buon senso) in più, questo poteva essere evitato.

 

Altre notizie
Sabato 06 giugno 2020
08:30 Rassegna stampa Tuttosport: "Spreafico, n.1 del Renate: «Un grazie a Gravina»" 08:15 Rassegna stampa GdS: "L'allarme di AlbinoLeffe e Piacenza: «Tamponi introvabili»" 08:00 Rassegna stampa Rassegna stampa Le prime pagine dei quotidiani sportivi 07:30 Interviste TC INTERVISTA TC - DG V. Pesaro: "Difficoltà diventino opportunità" 00:00 Altre news L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 05/06
PUBBLICITÀ
00:00 Il Punto IL FATTO DELLA SETTIMANA - CRISI ECONOMICA E PALLONE: DALLA FIGC UN FONDO PER SALVARE IL CALCIO 'MINORE'. 21,7 MILIONI DI EURO PER AIUTARE I CLUB DI B, C E D
Venerdì 05 giugno 2020
23:40 Calciomercato Monza, per la B piacciono Donnarumma e Ndoj. Ma c'è concorrenza 23:20 Girone A Como, Gandler: "Non facciamo promesse, pensiamo solo a lavorare" 23:11 Calciomercato NOTIZIA TC - Il Modena vuol chiudere per Pergreffi. Ma occhio al Padova 23:00 Altre news TMW Radio - Floro Flores: "Vorrei allenare. Arezzo? Solo una visita" 22:40 Girone C Catania, consegnata al tribunale la relazione sulla proposta d'acquisto 22:20 Calciomercato NOTIZIA TC - Il Monza punta deciso Antonelli: proposto un biennale 22:00 Altre news Palermo, Floriano: "In rosanero vorrei Antenucci. Punteremo alla B" 21:40 Altre news Grosseto, in C il direttore sportivo non sarà Egidio Bicchierai 21:20 Altre news Turris, Da Dalt: "Con questa maglia posso dire la mia anche in C" 21:00 Altre news A e B come la Serie C, le 5 sostituzioni sbarcano in tutte le categorie 20:40 Calciomercato Il Bitonto lavora alle prime conferme: Lomasto verso la permanenza 20:20 Interviste TC INTERVISTA TC - DG Piacenza: "Con Pighi per futuro stabile e condiviso" 20:00 Altre news TOP NEWS ORE 20 - Imolese, ecco Cevoli. Piacenza: Pighi rileva quote 19:40 Ufficialità UFFICIALE - Piacenza, Pighi rileva le quote della famiglia Gatti