Carlo Nesti: “Albissola: ora C siamo, prima di 2 spareggi!”

di Dario Lo Cascio
Vedi letture
Foto

Carlo Nesti, a lungo telecronista Rai, commenta in questa stagione le gesta dell'Albissola del quale è dirigente. Questa settimana ovviamente punto focale è la lotta per la salvezza:

“Troppe volte un blocco psicologico aveva impedito ai ragazzi di Lavezzini di vedere premiati i loro sforzi offensivi. Mi complimento con il nostro allenatore, perché, contro il Siena, ha trovato la chiave giusta per ridare fiducia alla squadra, soprattutto nella ripresa. E dire che ci manca Cais, elemento indispensabile nel gioco d’attacco: salite, sponde e finalizzazioni. Il 3-5-2 ha cementato la difesa, e lasciato al giocatore più creativo e prolifico, Martignago, il compito di trovare la via del gol, come è puntualmente avvenuto. La squadra della famiglia Colla e di Mussi è molto più di chi la considerava solo un avvoltoio, in attesa delle disgrazie economiche (penalizzazioni) altrui. Sta meritando la salvezza sul campo, ha compiuto uno scatto, che potrebbe essere decisivo, ed ora si accinge a disputare 2 partite-spareggio: contro Cuneo e Lucchese. E’ arrivato il momento della verità, ma esistono buoni motivi per sperare in un lieto fine, perché anche altre volte l’Albissola aveva giocato bene, come sabato contro i toscani, ma era stata scarsamente aiutata dalla sorte. E perché la forza psicologica, recuperata nell’intervallo, non è da tutti, a fine campionato. Noi ci siamo. Anzi… C siamo, per restarCi!”.