SEZIONI NOTIZIE

Top & Flop di Monza-Pro Patria

di Valeria Debbia
Vedi letture
Ivo Molnar, TOP Pro Patria
Ivo Molnar, TOP Pro Patria

E' la Pro Patria a qualificarsi agli ottavi di finale, eliminando il Monza, finalista della scorsa edizione di Coppa Italia Serie C. 3-2 per i bustocchi il risultato finale al 'Brianteo', anche se ci sono voluti i tempi supplementari per decidere il match: al 90' infatti il risultato era sul 2-2, già deciso nel primo tempo grazie alle reti di Pedone al 31', Marchi di testa al 33', Marcone al 38' e quasi allo scadere di Chiricò su punizione. Ripresa che se ne va senza reti, nonostante le occasioni occorse sui piedi di Anastasio, Kolaj e Negro e tempi supplementari come detto decisi dal classico gol dell'ex: Ivo Molnar, difensore biancorosso in Serie D ed ora eroe dei biancoblù con la sua incornata vincente. Gli uomini di Javorcic affronteranno ora la vincente di Feralpisalò-Lecco. Ecco quindi i top e flop dell'incontro: 

TOP:

Ettore Marchi (Monza): non è facile scegliere il top di giornata tra le file biancorosse. Probabilmente il risultato finale condiziona il nostro giudizio e ci fa sembrare di scegliere più che il top, il meno peggio. Comunque l'attaccante segna la rete dell'illusorio primo pareggio, dopo soli 2 minuti dallo svantaggio: Franco controlla col sinistro, spedisce la sfera sulla sua testa e lui non può far altro che incornarla in rete. Probabilmente la scelta è anche dettata dal fatto che il compagno di reparto finirà al contrario nei flop e quindi per contrappasso la sua qualità si nota ancora di più SI SALVA!

PUBBLICITÀ


Ivo Molnar/Giulio Mangano (Pro Patria): la prima cosa da dire sui bustocchi quest'oggi è che - nonostante le due reti - hanno comunque disputato una buona partita in fase difensiva chiudendo gli spazi ai biancorossi. E poi la difesa è proprio andata sugli scudi anche a livello offensivo visto che la rete dell'1-2 porta la firma di Marcone (assist di Defendi, difesa del Monza non reattiva e il difensore biancoblù infila Sommariva) e quella finale di Molnar che con grande personalità si fa trovare libero sul secondo palo per l'incornata finale vincente sugli sviluppi della punizione calciata da Masetti. Con lui inevitabile la citazione del portiere biancoblù: nulla può sulla punizione di Chiricò, ma poi si segnala per una opposizione col corpo su Palazzi e poi per la prodezza finale sul colpo di testa di Franco che avrebbe potuto valere il pari in extremis REGALO CONFEZIONATO

FLOP:

Ettore Gliozzi (Monza): partiamo dicendo che le scelte innovative di mister Brocchi (il 3-4-1-2 e le modifiche in corso d'opera tanto che si è visto anche il 4-3-3 e forse anche un 4-5-1 in alcune fasi) non hanno premiato e quindi a posteriori si finisce per dare la croce al tecnico. Ciò premesso, passiamo all'attaccante biancorosso: ancora una volta non convince. Proprio sul finale una sua conclusione che avrebbe potuto valere la vittoria in extremis finisce sull'esterno della rete, nel primo tempo supplementare viene anticipato non riuscendo ad impattare su un bel traversone di Mosti. Poche occasioni e niente finalizzazione. Di certo da rivedere anche la difesa a 3, visto il piazzamento non ottimale in occasione delle due reti subite, con Negro totalmente sorpreso sul primo gol di Pedone INEFFICACE

Nessuno nelle file della Pro Patria: veramente improbabile trovare qualcosa di negativo da dire della squadra di Javorcic. In questa stagione solo la Robur Siena è riuscita a violare il 'Brianteo' e la truppa biancoblù le fa seguito in Coppa, andando così ad eliminare la finalista della scorsa edizione, nonché capolista del Girone A, una squadra che ha una panchina stellare, oltretutto se paragonata a quella bustocca che oggi vedeva solo otto elementi (e che qualità e personalità per Kolaj, quando chiamato all'ordine) QUELLI STELLARI SIAMO NOI!

>>>RIVIVI IL LIVE MATCH - clicca qui<<<
Altre notizie
Giovedì 21 Novembre 2019
00:00 Altre news L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 20/11 00:00 Il Punto RIMINI RIMINI: È SEMPRE LA STESSA STORIA. CATANIA-PULVIRENTI AL CAPOLINEA? FERALPISALÒ, QUANDO CAMBIARE ALLENATORE È LA SCELTA GIUSTA. LA LEGA PRO SCENDE IN CAMPO IN DIFESA DELLE DONNE
Mercoledì 20 Novembre 2019
23:50 Coppa Italia Catania, Curiale: "Finalmente il gol. Ora voglio sbloccarmi in campionato" 23:40 Coppa Italia Sicula Leonzio, Catania resta un tabù in Coppa Italia 23:30 Coppa Italia Catania, Lucarelli: "La vittoria di stasera non risolve tutti i problemi"
PUBBLICITÀ
23:20 Altre news Papadopulo: "Il Bari può ancora dire la sua per la promozione" 23:10 Coppa Italia Coppa Italia Serie C, il quadro completo degli ottavi di finale 23:00 Coppa Italia Top & Flop di Catania-Sicula Leonzio 22:50 Girone B Carpi, Saber: "Virtus Verona spensierata ma con una rosa di livello" 22:40 Coppa Italia Coppa Italia Serie C, il Catania batte la S.Leonzio e vola agli ottavi 22:30 Girone C Ternana, Partipilo, Torromino e Repossi fermi ai box 22:20 Girone B Gubbio, Meli: "L'arbitraggio contro il Cesena ci ha innervosito molto" 22:10 Girone A Olbia, Pennington vince la Dazu Cup con l'Australia U23 22:00 Girone B Triestina, Maracchi sul rinvio di Imola: "Di solito si fa di tutto per giocare" 21:50 Girone C Casertana, domani gli accertamenti per Castaldo e Rainone 21:40 Girone B Sudtirol, gli Eagles Supporter contro il cambio di denominazione 21:30 Girone C Monopoli, Antonacci: "Resto umile, il mio idolo è Roberto Carlos" 21:20 Girone B Triestina, Milanese a TC: "Difficile capire chi potrà vincere il Girone B" 21:10 Girone C Dg Vibonese: "Dobbiamo essere meno belli e più cinici" 21:00 Girone B Ravenna, Martorelli: "La squadra ci crede, col Gubbio vogliamo vincere"