Alessandria, Lecce e Livorno hanno speso di più in agenti nel 2017

di Sebastian Donzella
articolo letto 2600 volte
Foto

Provare a salire in Serie C può essere costoso, molto costoso. Ne sanno qualcosa Livorno, Alessandria e Lecce tre dei club più blasonati in terza serie e che, in questi anni, hanno sfiorato l'approdo in cadetteria. Secondo i dati pubblicati quest'oggi dalla FIGC, toscani, piemontesi e pugliesi hanno speso più di tutti, nel 2017 passato totalmente in Lega Pro, in compensi per i procuratori sportivi.

227.333 gli euro spesi dal team amaranto in agenti, fondamentali per convincere i propri calciatori a vestire questa o quella maglia, nelle sessioni di gennaio e quella estiva di un anno fa. 129.562,51, invece, il conto in euro presentato dai procuratori ai salentini. 118.500, infine, gli euro che hanno dovuto spendere per lo stesso motivo i grigi.

Da segnalare che, attualmente, in Serie C, vi sono due club che hanno speso ancora di più ma il cui dato è gonfiato dall'esser retrocesse: in cadetteria, ovviamente, le spese sono maggiori ed ecco che troviamo il Vicenza a 480mila euro, 100mila in più del Pisa. Curioso, infine, come per 18 squadre il computo totale sia pari a zero (comprese Carrarese e Sambenedettese) mentre i dati di Fidelis Andria, Arezzo e Reggina non son pervenuti in Federazione in tempo utile per la pubblicazione. Dati che, ricordiamo, sono comunque soggetti a modifiche in caso di nuove comunicazioni da parte dei club.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy