Matteo Patti ❤ Emanuela Accogli

di Claudia MARRONE
articolo letto 5484 volte
Foto

Matteo Patti, difensore classe 1984 fresco di riconferma con il Catanzaro, dove ha militato anche nella seconda parte della passata stagione. Una lunga carriera quella di Matteo, da sempre seguito da una persona per lui speciale, che presto gli regalerà un altro grande sogno. Di chi stiamo parlando? Ovviamente della futura moglie Emanuela Accogli, che ai lettori di TuttoLegaPro.com racconta la loro storia d’amore.

Emanuela, raccontaci: come è nata la storia d'amore tra te e Matteo?

“Io e Matteo ci siamo conosciuto undici anni fa, quando lui era in ritiro con la squadra con cui giocava nell'hotel dove lavoravo: tentò subito un approccio ma io, infastidita, non gli diedi retta. Poi, dopo vari tentativi, mi convinse ad andare al cinema con lui e da lì non ci siamo più lasciati”.

Sbirciando sui social mi sembra di vedere che non conviviate ne abbiate figli...progetti futuri o è sempre presto per parlarne?

“Non conviviamo perché io lavoro e non posso seguirlo. Abbiamo però finito casa da poco e lui con una bella e insolita proposta di matrimonio mi ha chiesto di sposarlo: l’8 luglio dell’anno prossimo, quindi, convoleremo a nozze, dopo 12 anni di fidanzamento”.

La vita del calciatore é una vita in movimento, in lungo e largo per l'Italia: negli anni passati, se magari non lavoravi, lo hai alle volte seguito?

“Finché frequentavo l'università per me era molto più semplice seguire i suoi spostamenti, e non nascondo che mi divertivo. Da quando ho iniziato a lavorare, però, non ho più la stessa libertà, per cui è lui che torna a casa”.

Pensi quindi che in qualche modo il calcio possa aver influenzato la vostra vita di coppia?

“Sicuramente la vita di coppia con un calciatore non è semplice come tutte le altre perchè i sacrifici sono molti, ma penso che se alla base di una relazione c'è un vero sentimento non c'è lontananza che tenga”.

A te piace questo sport?

“Si, a me piace molto il calcio, ma a essere sincera seguo con costanza solo la squadra nella quale gioca Matteo”. 

Quindi saprai dirci la regola del fuorigioco…

(ride, ndr) Queste sono domande da non fare ad una donna...dai, un po’ di solidarietà femminile!”.

Giusto, fingerò quindi di non avertela fatta. Anzi, mettiamo un attimo da parte il cacio: svelaci intanto i pregi e difetti di Matteo come uomo.

“Matteo è sicuramente una persona vera e generosa che crede nei veri valori e cerca di coltivarli fuori e dentro il campo. Per i difetti potrei dire che è disordinato e che lascia troppo spazio per il calcio nella sua vita”.

E adesso invece qual è il regalo più bello che ti ha fatto…

“Il regalo più bello che mi ha fatto è stato sicuramente chiedermi in sposa andando a coronare il sogno della nostra vita”.

Qualche dedica speciale nel corso o nel post di qualche partita c'è stata?

“Più volte mi ha dedicato un gol alzando le braccia e facendo la forma del cuore con le mani. L'ultima dedica di questo tipo risale alla partita dello scorso campionato Juve Stabia-Catanzaro”.

E dopo tutto ció, con Matteo che probabilmente ci odierà dopo tutte queste domande personali, torniamo al calcio, quello da lui giocato: qual'è stato il momento più bello della sua carriera?

“Il momento più bello della sua carriera credo sia stato all'inizio, quando giocava con il Perugia in Serie A, ma penso che, avendo giocato anche con Avellino, Casertana, Ancona e Catanzaro, tanto gli sia rimasto dentro anche in queste occasioni. Non va poi dimenticato il gol che ha segnato nel derby Cosenza-Catanzaro della passata stagione”.

Un'ultima domanda: c'è qualcosa in particolare che vuoi dire a lui attraverso questa intervista?

“Vorrei dirgli che lo stimo come uomo e come calciatore perché in qualsiasi occasione non sa cosa significhi arrendersi ma, testardo e tenace, combatte per ciò in cui crede fino allo sfinimento. Inoltre vorrei dirgli che sono una donna felice perché senza di lui non sarei quella che sono oggi e perché mi regalerà il sogno di essere sua moglie”. 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI