Racing Fondi, tornano gli spettri di inizio stagione

di Dario Lo Cascio
articolo letto 638 volte
Stefano Sanderra
Stefano Sanderra

In una stagione qualsiasi squadra ha alti e bassi dal punto di vista dei risultati e delle prestazioni. Ma al Racing Fondi questi alti e bassi rischiano di costare un po' troppo. La squadra laziale, lo si ricorda, aveva iniziato il campionato davvero male. Un illusorio pareggio all'esordio col Catania, poi cinque sconfitte consecutive. 

Dopo il parziale riscatto nel pareggio col Rende, il campionato del Racing Fondi svoltò il 14 ottobre, alla nona giornata, con l'1-0 contro il Trapani. Da lì in poi la squadra guidata da Antonello Mattei, subentrato a Giannini a partire dalla quinta giornata, mise di fila una bella serie di risultati utili e prestazioni di livello. Vittorie in casa e in trasferta, l'ottimo pareggio contro il Lecce. Un unico neo, la sconfitta di misura di Catanzaro. 

Poi però qualcosa si è rotto di nuovo. Il 2017 è finito con due sconfitte, contro Catania e Monopoli. Il 2018 non è iniziato meglio, con appena due punti in quattro gare, il secondo dei quali ottenuto all'esordio da il terzo allenatore della stagione, Stefano Sanderra. Si riaffacciano per i rossoblu gli spettri di inizio campionato. La squadra in classifica è stata nuovamente risucchiata in zona play-out e adesso si trova a lottare con Casertana e Paganese a 23 punti per il quintultimo posto. 

Eppure quella finestra positiva, che ha fatto per quelle settimane una delle migliori squadre del girone in termini di media punti, non può essere stato un episodio casuale. Qualcosa si è rotto nel meccanismo del Racing Fondi, bisogna ripararlo e ripartire. La squadra ha i numeri giusti, e lo ha dimostrato sul campo. 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI