Padova, Cisco: "Firma col Sassuolo? Non mi monto la testa"

di Sebastian Donzella
articolo letto 329 volte
Foto

A 19 anni si è trovato dal farsi largo in squadra al Padova alla firma col Sassuolo. Andrea Cisco, rimasto in biancorosso in prestito, ha raccontato le ultime personali vicende al Gazzettino"È stato tutto veloce, ma non c’ho pensato più di tanto concentrandomi solo sugli allenamenti, sulla squadra e a guarire dal piccolo infortunio al ginocchio. Hanno fatto tutto il mio nuovo agente Davide Lippi, mio padre e le società, e alla fine ho raggiunto il traguardo di firmare per un club di serie A, anche se il mio presente è il Padova. La svolta? La partita con l’Albinoleffe (doppietta per lui NdR), perché dopo un paio di settimane ho ricevuto la chiamata di Lippi. Ci siamo incontrati a Padova, mi ha colpito subito e non c’ho pensato due volte ad affidarmi a lui. Adesso la prima cosa da non fare è montarsi la testa: questo è solo un punto di partenza, ora inizia la salita. È una grande occasione da non lasciarsi scappare. A inizio stagione mi volevano alcune società di serie C e D, fortunatamente Bisoli ha deciso di tenermi al Padova. Da qui fino al termine della stagione voglio dare il mio contributo per centrare il nostro obiettivo, spero di fare molti altri gol perché tengo tantissimo al Padova".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI