Livorno, Laudicino: "La regia del campionato ce l’ha Hitchcock"

di Claudia Marrone
articolo letto 310 volte
Foto

"Quando sono arrivato a luglio ero biondo con i capelli lunghi, ora sono smunto e con i capelli bianchi... Questo è stato il processo involutivo psicofisico, ma ne è valsa la pena perché emozioni come quelle che ho provato durante il derby ti ripagano di tutto".

Dalle colonne de ll Telegrafo, esordisce così il responsabile dell'area marketing del Livorno Maurizio Laudicino, che ha seguito il derby da bordo campo. Ma ormai il derby è archiviato, e davanti ci sono tre giornate importantissime da affrontare:

"La regia di questo campionato ce l’ha Hitchcock, perché abbiamo vinto e perso diverse volte questo torneo e gli altri ci hanno aiutato a non buttarlo via del tutto. Ma dopo questa vittoria sarebbe autolesionismo perderlo di nuovo. Se guardiamo, abbiam preso sei punti alla Robur Siena, sei alla Viterbese e qualcosa più di tre al Pisa, quindi di quelle in testa siamo sul campo la più forte. Abbiamo buttato via punti con squadre di basso livello e ci sta, ma ci sta anche che finisca come deve finire, con il Livorno in Serie B".

Il primo step si giocherà in Sardegna: "Con l’Arzachena sarà partita vera, ma si giocherà in ‘campo neutro’ visto che avremo tanti tifosi al seguito. E se va come deve andare, mi aspetto che con la Carrarese ci siano 12.500 spettatori a spingere la squadra verso un sogno".


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI