Pianeta D: Rimini, Sanremo e Potenza in fuga

di Stefano Scarpetti
articolo letto 922 volte
Foto d'archivio
Foto d'archivio

Si aprirà con oggi una nuova rubrica targata TuttoC.com, chiamata Pianeta D: non è un paradosso parlare di quarta serie su un sito interamente dedicato alla Serie C. Infatti le squadre promosse dalla D avranno diritto di fare la propria comparsa o di tornare nel mondo del calcio professionistico, quindi ogni mercoledì faremo un resoconto della situazione nei vari gironi, dando poi il benvenuto a quelle squadre che a fine campionato riusciranno a compiere il salto di categoria. Prima di analizzare nel dettaglio la situazione di ogni girone, possiamo dire che l'equilibrio regna sovrano: solo Rimini (girone D), Unione Sanremo (Girone E) e Potenza (girone H) hanno vantaggi rassicuranti e sembrano in grado di poter vincere i rispettivi raggruppamenti.

Girone A. Basta un pareggio per 1-1 contro l'Inveruno per la capolista Gozzano per allungare a tre lunghezze il vantaggio sul Como, sconfitto per 2-0 a Seregno. La Caronnese viene sconfitta in casa dalla Arconatese per 2-1 e viene così raggiunta dalla Pro Sesto, che ha violato il campo del Borgosesia. Chiude la zona play-off il Chieri, che comunque vede ridursi il vantaggio sul Bra a tre lunghezze. Classifica prime sei posizioni: Gozzano 57, Como 54, Caronnese e Pro Sesto 50, Chieri 46, Bra 43.

Girone B. Continua il duello in testa fra Rezzato e Pro Patria, entrambe vincono di misura, 1-0 rispettivamente contro Caravaggio e Dro Alto Garda. Successo autorevole del Pontisola per 0-3 sul campo della Grumellese. Fanno la voce grossa anche Darfo Boario 3- 0 con il Cesarano e Pergolettese 0-4 sul campo del Trento, rimane attaccato al treno play-off Virtus Bergamo con il successo esterno 1-2 sul campo della Romanese. Classifica prime sei posizioni: Rezzato 55, Aurora Pro Patria 54, Pontisola 50, Darfo Boario 48, Pergolettese 46, Virtus Bergamo 42.

Girone C. Il Campodarsego vince 2-0 lo scontro con il Belluno e approfitta del pareggio di Virtus Verona sul campo dell'Adriese, portando a tre le lunghezze di vantaggio sull'avversario. L'Arzignanochiampo non va oltre il 2-2 interno con il Legnago, il Mantova si fa sconfiggere a domicilio dal Delta Rovigo per 0-1 e si fa superare dall'Este che supera con un secco 5-0 il fanalino di coda Abano. Rimane in corsa per i play-off il Feltre dopo il successo per 1-0 contro il Montebelluno. Classifica delle prime sei posizioni: Campodarsego 51, Virtus Verona 48, ArzignanoChampo 45, Este 41, Mantova 40, Feltre 38.

GIRONE D. Il Rimini continua la sua fuga inarrestabile, i biancorossi espugnano anche San Giovanni Valdarno per 0-1 e vanta nove lunghezze di vantaggio sul Villabiagio, che vince lo scontro diretto con il Fiorenzuola 4-2, superato anche dall'Imolese che pareggia 2-2 contro il Romagna centro. Chiude la zona play-off il Forlì superato a sorpresa a domicilio, 2-3 dalla Pianese e insidiata dal Lentigione vittorioso per 2-0 con il Montevarchi. Classifica prime sei posizioni: Rimini 58, Villabiagio 49, Imolese 47, Fiorenzuola 46, Forlì 43, Lentigione 41.

GIRONE E.  La capolista Unione Sanremo si fa fermare sullo 0-0 dal fanalino di coda Argentina, non ne approfitta il Ponsacco che a Finale Ligure pareggia anch'esso 1-1, mentre si ferma la corsa del Real Forte Querceta sconfitta in trasferta dal San Donato Tavernelle 1-0. Punti inportanti in chiave play-off per Viareggio, successo di misura contro il Sestri Levante e del Seravezza nel derby con la Massese. Classifica delle prime sei posizioni: Unione Sanremo 49, Ponsacco 43, Real Forte Querceta 42, Viareggio e Seravezza 40.

GIRONE F. Nella giornata dello scontro diretto fra le prime due della classe la Vis Pesaro espugna il campo del Matelica, imponendosi per 1-2 riducendo a quattro le lunghezze di distacco. La Vastese perde a domicilio per 2-3 contro San Nicolo Teramo, non ne approfittano Avezzano e Castelfidardo che pareggiano rispettivamente 0-0 con la Sangiustese e 2-2 contro il Francavilla. Accorcia le distanze invece l'Aquila che rifila un roboante 4-0 al Fabriano. Classifica prime sei posizioni: Matelica 54, Vis Pesaro 50, Vastese 40, Avezzano 39, Castelfidardo 38, L'aquila 37.

GIRONE G. Il Rieti, dopo la sconfitta nello scontro diretto la settimana scorsa, rifila un netto 4-1 al Flaminia. L'Albalonga risponde espugnando il terreno del Budoni mantenendo il distacco a tre lunghezze. Successo anche per l'Atletico 0-1 a Monterosi e del Trastevere, 2-0 contro l'Aprilia. Netto 5-1 del Latina ai danni della Lupa Roma, che consente di mantenere il 5^ posto con due punti di vantaggio sul Cassino che ha regolato a domicilio, 2-0 il Tortoli. Classifica prime sei posizioni: Rieti 55, Albalonga 52, Sff Atletico 48, Trastevere 44, Latina 42, Cassino 40.

GIRONE H. Il Potenza ottiene la quinta vittoria consecutiva, superando per 3-1 la Frattese, portando a sette le lunghezze di vantaggio sulla Cavese sconfitta nello scontro diretto dall'Audace Cerignola per 1-2. Il Taranto si aggiudica di misura, 1-0 la gara interna contro il Pomigliano, mentre l'Altamura espugna il campo della pericolante Turris per 2-3 portando a cinque le lunghezze sul Gravina, fermato sul 3-3 dal Picerno. Classifica prime sei posizioni: Potenza 58, Cavese 51, Audace Cerignola 48, Taranto 45, Team Altamura 44, Gravina 39.

GIRONE I. Continua il duello fra Troina e Vibonese divise da quattro lunghezze in attesa dello scontro diretto di domenica. I siciliani sconfiggono a domicilio il Palazzolo 2-0, rispondono i calabresi con il blitz in trasferta per 1-2 sul terreno del Cittanova. Non molla la Nocerina che si impone per 3-0 ai danni della Palmese, e si porta al terzo posto superando l'igea Virtus battuta sul campo del Portici per 1-0. Chiude la zona play-off l'Ercolanese battuta a Gela per 2-1, che vanta sei lunghezze sull'Acireale (non ha giocato la gara con il Messina), raggiunto dal Gelbison, che ha battuto di misura la pericolante Roccella 2-1. Classifica prime sei posizioni: Troina 51, Vibonese 47, Nocerina 45, Igea Virtus 44, Ercolanese 39, Acireale 33.

 
 

 


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI